lunedì 10 ottobre 2011

Trilogia sulle energie rinnovabili


Con il presente post voglio comunicare la fine dei lavori che hanno portato alla pubblicazione della trilogia di eBooks GRATUITI a riguardo delle Energie Rinnovabili:
  1. ENERGIA EOLICA. Il vento, la tecnologia e il mercato;
  2. ENERGIA FOTOVOLTAICA. Il sole, la tecnologia e il mercato;
  3. ENERGIE ALTERNATIVE. Le rinnovabili oltre Eolico e Fotovoltaico.
L'intero lavoro di studio si basa essenzialmente sul materiale didattico/divulgativo liberamente fornito dal ENEA e ABB - Asea Brown Boveri Ltd. Per maggiori informazioni v’invito a leggere la bibliografia riportata in coda ad ogni volume. Come valore aggiunto alle mirabili fonti sopra citate, che sentitamente ringrazio, mi sono prodigato ad organizzare tutto il materiale reperito ampliando alcuni contenuti, soprattutto in merito ad altri aspetti tecnici. Penso che il risultato raggiunto dia un’ampia visione d’insieme delle Energie Rinnovabili  toccando tutti gli aspetti che vi concorrono. Ovviamente si rimanda a testi specifici per opportuni approfondimenti ed eventuali aggiornamenti.

Detto ciò mi sembra palese dichiarare che il contenuto riportato non è stato realizzato a fini di lucro ma solo per pura divulgazione tecnico-scientifica e quindi è severamente vietato ridistribuire tale lavoro, o parte di esso, per fini diversi da quelli prima indicati senza il consenso esplicito dei rispettivi autori e del sottoscritto. “Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date” (Mt 10,8).

Chiave di lettura 

A riguardo della “scottante” tematica circa la compatibilità ambientale, mi sembra opportuno concludere con alcune personali riflessioni. Mi sento di evidenziare alcune realtà ormai dimenticate che, a mio parere, rappresentano dei legittimi termini di paragone. Bisogna comprendere che il territorio contemporaneo risulta comunque alterato dall'uomo che, nella sua evoluzione socio-economica, ha implicato nuovi bisogni. Basti pensare alle infrastrutture stradali (necessarie per rendere scorrevole la circolazione dei veicoli), ai punti d’ispezione dei metanodotti (per trasportare in sicurezza il gas naturale nelle nostre case), ai ripetitori di segnali di cella (affinché sia ottimale la ricezione dei nostri cellulari) e, ancor più, ai tralicci dell’alta tensione (che ci permettono di usufruire dell’energia elettrica)! Tutto ciò altera inevitabilmente il territorio originario ma nessuno si sognerebbe mai di voler abbattere queste strutture che ci consentono di condurre, rispetto ai nostri avi, una vita molto più confortevole alla quale siamo ormai troppo affezionati! 

Inoltre, in questo periodo storico, il pianeta terra ci ricorda che i suoi “serbatoi” stanno per esaurirsi e la sua “salute” versa ormai in gravi condizioni (come dimostra il celeberrimo buco dell’ozono), quindi ci chiede di inquinare meno almeno nel modo in cui la legge prescrive! Come logica conseguenza a quanto detto siamo costretti ed obbligati moralmente ad accettare, ma con giusta ratio, le energie rinnovabili senza sterili puntualizzazioni! Il futuro é “rinnovabile”, basta volerlo! 

Spero sinceramente che le precedenti riflessioni, nonché l'intero lavoro, possano guidare tutti gli “addetti ai lavori” a giuste scelte nonché stimolare una piena accettazione sociale delle energie rinnovabili. 

Augurando una buona lettura, ricordo che è possibile segnalare eventuali errori/imprecisioni, o addirittura proporre integrazioni, attraverso i contatti riportati sul sito web nonché nel QR code in copertina di ogni volume. Grazie per la collaborazione.