martedì 25 gennaio 2011

UBUNTU, il pinguino africano!



Ultimamente ho dovuto trovare il tempo per formattare il notebook ASUS (P4 @ 2.40GHz - DDR 512 MB @ ~133 MHz - WinXP SP1) dato in gentile concessione a mio padre il quale, negli anni, lo ha abbondantemente maltrattato nonostante usi prevalentemente Word ed Excel! Per cause ancora sconosciute, la procedura di ripristino allo stato originario, come da istruzioni ufficiali, non è andata a buon fine in quanto, durante l'installazione di Windows, il PC andava in ebollizione e si spegneva! Non ottenendo alcun esito positivo nel ripetere la procedura ufficiale, ho pensato di procedere all'installazione manuale di Windows tramite CD-ROM standard ...e poi avrei cercato ed installato separatamente i vari drive ;-( Anche questa soluzione si è conclusa in modo analogo al precedente: il PC, ad un certo punto, si è spento! Così la diagnosi sembrava ovvia: il PC era affetto da un problema hardware che si manifestava in un aumento anomalo della temperatura la quale causava la disalimentazione di auto-protezione del notebook stesso. PANICO TOTALE ...ed ora chi spiega a mio padre che ha perso il "suo" PC!?!

Passato questo frangente di angoscia, ho pensato all'unica soluzione estrema ma inevitabile: provare ad installare una distribuzione GNU/Linux ...ecco spiegato il pinguino nel titolo! La mia scelta si è diretta subito su UBUNTU, antica parola africana (da cui il titolo del presente post) che vuol dire, più o meno, Universo di persone, inteso come concetto di sostegno e valorizzazione tra esseri umani. Una parola di questo tipo ricalca molto bene l'etica dell'open source e del progetto GNU, ed infatti la distribuzione si pone degli obiettivi molto "umani", come:
  • Rendere il software disponibile gratuitamente ...anche per uso commerciale!
  • Rendere disponibili gli strumenti nella lingua madre degli utenti ...che mi sembra cosa buona e giusta!
  • Dare agli utenti la libertà di modificare e personalizzare il software ...il che si traduce in frequenti aggiornamenti!
Detto ciò, torniamo alla mia esperienza. Dopo aver scaricato l'immagine *.ISO dal sito ufficiale (consiglio il download tramite canali torrent!) ed opportunamente masterizzata l'ho inserita nell'unità ottica del mio notebook per riavviare il sistema scegliendo come priorità di boot il lettore ottico. Meraviglia delle meraviglie: in quasi un minuto avevo sotto i miei occhi un sistema completo e pronto da usare senza installare assolutamente nulla!!! Tutto l'hardware funzionava a dovere senza l'ausilio di alcun drive!!! Fra l'altro, scopro con piacere che il sistema operativo porta a corredo una suite dei maggiori programmi gratuiti come gli immancabili Firefox ed OpenOffice!

Soddisfatto del tutto, decido di installare definitivamente UBUNTU! Detto, fatto: basta cliccare due volte sull'icona Installa Ubuntu posta sul desktop per avviare il processo di installazione guidata che in pochi minuti (~30) sistemerà tutto o quasi. Dico quasi perché, per tradurre in italiano ogni applicazione ed apportare gli ultimi aggiornamenti di sistema, è necessario scaricare da internet circa 220 MB ...cosa banale e rapida se fatta tramite cavo Ethernet!

Ora non restava che sperare sul gradimento finale del diretto interessato. Dopo aver fornito a mio padre alcune delucidazioni, per tranquillizzarlo sulle lievi differenze che avrebbe inevitabilmente avvertito, mi sono prodigato a copiare i suoi files personali nella cartella Documenti e l'ho abbandonato nelle mani di Ubuntu. Dopo alcune ore di lavoro gli ho chiesto cosa ne pensasse e la sua entusiasta risposta è stata: "Bello questo programma! Perché non l'hai messo prima ...è migliore dell'altro!?!". Dall'espressione si evince che, per lui, non c'è distinzione alcuna fra applicativo e sistema operativo ma l'importante è stato il risultato finale: il suo entusiasmo e la completa soddisfazione!

Anche se per mio padre non servono ulteriori programmi o personalizzazioni io consiglio i seguenti applicativi:
  • Ubuntu Tweak, per configurare Ubuntu in modo facile per tutti.
  • Indicator-Sysmonitor, per visualizzare i principali parametri di sistema sulla barra dei menu.
  • Conky é una utility gratuita e "leggera" per monitorare direttamente sul desktop i parametri di sistema: orologio, CPU, ram, swap, HD, connessione e molto altro.
  • Deja-Dup, ottima utility di backup che, dopo averla impostata, lavorerà in modo automatico!
  • LibreOffice, una suite da ufficio completamente compatibile con i noti formati di MS.
  • PDF Creator, per creare PDF da qualsiasi applicazione.
  • Master PDF Editor o uPDF, per modificare qualsiasi PDF.
  • SpeedCrunch, ottima e potente calcolatrice.
  • Google Chrome per navigare agilmente in piena sicurezza e compatibilità.
  • Deluge, clienti torrent stabile e pratico.
  • VLC, il player multimediale per eccellenza!
  • Gimp per l'editing completo di immagini.
  • Audacity per l'editing audio professionale.
  • Openshot per l'editing video.
  • Format Junkie per conversioni di file multimediali in vari formati.
  • DraftSight, potente CAD 2D, prodotto derivato da Catia dalla Dassault Systemes, che supporta in modo nativo il formato DWG.
  • 7zip, per estrarre qualsiasi archivio compresso.
  • Skype per videochat ad alta definizione.
  • Filezilla, il miglior client FTP.
  • Dropbox per sincronizzare i file di lavoro su server remoti.
  • Freedict, un comodo dizionario.
  • ttf-mscorefonts, se volete usare i tipici caratteri tipografici della Microsoft.
  • WINE, per eseguire qualche file *.EXE del quale non potete proprio fare a meno.
  • Virtualbox, per emulare altri sistemi operativi (Windows XP?) all'interno di una macchina virtuale!
Morale della storia: grazie ad Ubuntu/OpenOffice ho risparmiato l'inutile acquisto di un altro PC!

Nessun commento:

Posta un commento